...essere pm...

links

tumblinks

search

powered by tumblr
seattle theme by parker ehret

  1. "

    Pilgrim, how you journey

    on the road you chose

    to find out why the winds die

    and where the stories go.

    All days come from one day

    that much you must know,

    you cannot change what’s over

    but only where you go.

    One way leads to diamonds,

    one way leads to gold,

    another leads you only

    to everything you’re told.

    In your heart you wonder

    which of these is true;

    the road that leads to nowhere,

    the road that leads to you.

    Will you find the answer

    in all you say and do?

    Will you find the answer

    In you?

    Each heart is a pilgrim,

    each one wants to know

    the reason why the winds die

    and where the stories go.

    Pilgrim, in your journey

    you may travel far,

    for pilgrim it’s a long way

    to find out who you are…

    Pilgrim, it’s a long way

    to find out who you are…

    Pilgrim, it’s a long way

    to find out who you are…

    "
    — Pilgrim - Enya
     
  2. E cosi ormai mancano 3 settimane alla mia partenza.

    Direzione Burgos. Direzione Cammino di Santiago.

    Ieri sera sono andato a ritirare la mia credenziale da un membro della confraternità di San Jacopo, lo stesso da cui sono andato l’anno scorso per il mio cammino sulla Via Francigena.

    Il Sig. M. riceve a casa sua tutti i lunedì sera gli aspiranti pellegrini e raccontando le esperienze del cammino e sentendo le motivazioni di ogni pellegrino, distribuisce le credenziali.

    Il Sig. M ha spiegato agli altri pellegrini cosa significa affrontare un cammino così, che non va fatto come vacanza, ma come un percorso personale.

    Sentire quelle parole, quei racconti, quelle emozioni, mi è salito un bollore per tutto il corpo. Di botto mi è salita una voglia irrefrenabile di partire, di riprovare quelle emozioni cosi forti da stordirti, da renderti cosi nudo davanti all’immensità del mondo.

    Io concordo con chi afferma che il pellegrinaggio deve essere fatto in solitaria. Io lo scorso anno sono partito svuotandomi da tutto e tutti, liberandomi da pensieri problemi e legami. IO solo IO. IO solo con la NATURA, con il MONDO. Egoismo? forse si, ma vi assicuro che è vero che quando ci si svuota e si perdono le certezze quotidiane, di botto la realtà cambia, di botto le cose VERE PER CUI VALE LA PENA VIVERE ti appaiono davanti e ti accorgi che tutta la “giostra” che hai lasciato a casa non è vera, non è salutare, non positiva.

    Un cammino (almeno per come lo affronto io) è una via di fuga dalla realtà che ci ostinano a farci credere. E’ una via di fuga per rendersi conto che la strada su cui viviamo ogni sacrosanto giorno forse non è la strada giusta. Forse non è la strada migliore. Le finte relazioni di cui ci circondiamo a cosa servono? i falsi sorrisi, le false pacche sulle spalle, le false e opportuniste amicizie, il continuare a vivere per lavorare, il passare le giornate dei centri commerciali, in macchina, in tangenziale. Tutte falsità che portano alla distruzione dell’essere umano.

    Il cammino mi ha fatto tornare a una dimensione umana, una dimensione di benessere psico fisica. Lo stare da soli, il soffrire, il camminare, il condividere quel poco che si ha nello zaino con chi si incontra, queste sono cose sui cui la società deve puntare.  Piccole cose sui cui ognuno di noi dovrebbe riflettere. Io mi sono e mi spoglierò di quello che è PM e spero anche quest’anno di rinascere di tornare (come quando sono tornato l’anno scorso) a “camminara a 1 metro da terra” da tanto che stavo bene e da tanto che mi sentivo carico per vivere o meglio cercare di vivere come sul cammino.

    Come successe a Christopher McCandless anch’io mi metto in cammino per trovare qualcosa. Per sentirmi parte di questo mondo, per cercare di rendere migliore questo mondo.

    Al rientro dalla Via Francigena il tatuaggio che ho sul polpaccio mi pulsava…si faceva sentire…mi diceva: “cazzo, tu ti sei fatto 380 km a piedi e finalmente mi hai ritrovato”

    Eh si è proprio vero, il mio annularmi, il mio scappare dalla società per rinascere mi ha portato a capire ancora una volta che è proprio vero: “Happiness is real only when shared” e che bisogna cercare di vivere come sul cammino ogni santo giorno dell’anno.

    Questo è per me il cammino…

    NON VEDO L’ORA di partire, lo si è era capito?

    Buona Serata

    NAMASTE

    PM

     
  3. Ora..sono ufficialmente pronto per partire!!…il 3 maggio si avvicina!..

    Ora..sono ufficialmente pronto per partire!!…il 3 maggio si avvicina!..

     
  4. 12 plays
    Perry Como
    Magic Moments

    Magic moments, when two hearts are caring
    Magic moments, memories we’ve been sharing
    Time can’t erase, the memory of
    These magic moments, filled with love

    Magic Moments - Perry Como

     
  5. "Possiamo passare la vita a farci dire dal mondo cosa siamo. Sani di mente o pazzi. Stinchi di santo o sessodipendenti. Eroi o vittime. A lasciare che la storia ci spieghi se siamo buoni o cattivi. A lasciare che sia il passato a decidere per il nostro futuro. Oppure possiamo scegliere da noi. E forse inventare qualcosa di meglio è proprio il nostro compito."
    — Palahniuk
     
  6. Non ho mai rincorso le donne degli altri perché non riesco a entrare negli armadi quando i mariti tornano all’improvviso.

Bud Spencer

    Non ho mai rincorso le donne degli altri perché non riesco a entrare negli armadi quando i mariti tornano all’improvviso.

    Bud Spencer

     
  7. "Quando furono vicini a Gerusalemme e giunsero presso Bètfage, verso il monte degli Ulivi, Gesù mandò due discepoli, dicendo loro: «Andate nel villaggio di fronte a voi e subito troverete un’asina, legata, e con essa un puledro. Slegateli e conduceteli da me. E se qualcuno vi dirà qualcosa, rispondete: “Il Signore ne ha bisogno, ma li rimanderà indietro subito”». Ora questo avvenne perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta: «Dite alla figlia di Sion: “Ecco, a te viene il tuo re, mite, seduto su un’asina e su un puledro, figlio di una bestia da soma”».
    I discepoli andarono e fecero quello che aveva ordinato loro Gesù: condussero l’asina e il puledro, misero su di essi i mantelli ed egli vi si pose a sedere. La folla, numerosissima, stese i propri mantelli sulla strada, mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla strada. La folla che lo precedeva e quella che lo seguiva, gridava: «Osanna al figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nel più alto dei cieli!».
    Mentre egli entrava in Gerusalemme, tutta la città fu presa da agitazione e diceva: «Chi è costui?». E la folla rispondeva: «Questi è il profeta Gesù, da Nàzaret di Galilea»."
    — 

    Dal Vangelo di Matteo Mt 21,1-11

    Domenica Delle Palme 2014

     
  8. What A Fool Believes - Neri Per Caso feat. Mario Biondi